Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.



Carbonia Scrive: Oltre i confini di Hìndamoor

Carbonia Scrive: Oltre i confini di Hìndamoor Carbonia Scrive: Oltre i confini di Hìndamoor

Nuovo appuntamento con la Rassegna "Carbonia Scrive".
Giovedì 30 Novembre alle ore 18:00, presso la Biblioteca Comunale di Carbonia sita in viale Arsia, si terrà la presentazione del Libro "Oltre i confini di Hìndamoor" di Livy Former
Presenterà  Anna Lai – Libreria Lilith.
Interverrà l'Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Carbonia Sabrina Sabiu.

L’AUTRICE

Livy Former (pseudonimo di Dina Usai) è nata in Sardegna. Per molti anni ha vissuto a Milano, ma di recente è ritornata nella sua terra natia. Vive e scrive a Sant’Antioco.
Fra le diverse pubblicazioni ricordiamo: Marlina dei Misteri (Edizioni Paoline); Il baule dei grandi sogni e delle piccole cose (Mursia); I lunghi capelli di zia Caterina (L’Isola dei Ragazzi); Un fantasma a merenda (Kaba Edizioni); Il serpente e la farfalla (Leucotea); Nemici, porci e principesse (Condaghes); Oltre i confini di Hìndamoor (Condaghes); Bruco Story (Condaghes). I suoi libri si sono aggiudicati numerosi riconoscimenti e premi

IL LIBRO
Oltre i confini di Hìndamoor – Libro I
Quando pensava che la sua città fosse l’unica ancora esistente nelle vaste Terre di Domm, a Téelen tutto sembrava normale: vivere alle pendici di un vulcano attivo, dormire con le torce accese per allontanare gli Owrud, essere governati da giovani tiranni mentre i vecchi lavoravano nei campi. Ma un giorno il ragazzo dovrà prendere il posto della madre, partita alla ricerca del Santo delle Tre Torri. Una minaccia che viene dal passato sta per tornare, e l’unico modo per scongiurarla è entrare in possesso di un misterioso dono. Nel cammino su terre sconosciute, nuove genti, esseri spietati e altri nobili e fieri metteranno in discussione ciò in cui Téelen ha sempre creduto. Fuori dalla menzogna tutto può cambiare: comprendere che l’uomo non è la migliore delle creature, che l’amicizia è condividere un destino, amare chi non si pensava possibile. Ma la prova più dura, oltre la paura, le perdite e il dubbio, sarà quella di scoprire e accettare chi si è veramente. «Continuare a scappare, non potevano fare altro che continuare a sperare e a scappare. Non avevano smesso di farlo da quando erano partiti da Hìndamoor, pensò con frustrazione Téelen mentre la rabbia iniziava a montargli dentro. Era stanco di tutta quella tensione, di rivolgere continuamente l’attenzione ai pericoli imminenti. Si rese conto di non essere più d’accordo e si girò verso i compagni fermando il moens.»

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Letto 33 volte