Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.



Nati per Leggere 2012

Angolo Nati Per Leggere Angolo Nati Per Leggere

Si conferma anche per l' anno 2012 la collaborazione tra ASL n° 7 - Distretto Sanitario di Carbonia e il Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis, rappresentato dal Comune di Carbonia, Ente capofila , per la Promozione del Progetto Nati per leggere.

Nati per Leggere è un progetto nazionale, che vuole diffondere tra i genitori la pratica della lettura ad alta voce ai bambini, fin dai primi anni di vita. Nato in America alla fine degli anni 80', si è affermato in Italia a partire dal 2001, grazie alla collaborazione tra l'Associazione Culturale Pediatri, l'Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino. Per la sua importanza ha ricevuto l'accreditamento del Ministero della Salute e il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

NPL non è soltanto un progetto di promozione della lettura, ma di promozione della salute nel suo complesso. Infatti incentivando la lettura ad alta voce ai bambini, fin dai primi mesi di vita e ancor prima della nascita, favorisce la creazione di un legame affettivo più stretto con le figure genitoriali e garantisce al contempo una migliore stabilità psicologica e benefici cognitivi, che facilitano la literacy del bambino e con essa il futuro percorso di studi.

Pertanto non deve stupire se Istituzioni apparentemente tanto lontane, quali ASL e Biblioteche, decidono di operare sinergicamente per raggiungere un obiettivo comune: promuovere la salute del bambino, travalicando il limite esclusivo della fisicità.

La Sardegna è una delle Regioni che partecipano più attivamente al Progetto, anche grazie alla formazione del personale e alle bibliografie elaborate dal gruppo di lavoro coordinato dal Centro servizi Bibliotecari della Provincia di Cagliari, costituito da operatori di Biblioteca, tra i quali figurano anche gli operatori del SBIS, Pediatri ed esperti di letteratura per ragazzi.

Nel bacino del Sucis Iglesiente si è attivata una importante azione sinergica di promozione del progetto Nati per Leggere, attraverso la firma congiunta di un protocollo d'intesa siglato nel 2010 dall'Azienda Sanitaria Locale n° 7 Distretto Sanitario di Carbonia e Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis.

La firma di questo documento da valore istituzionale alle azioni congiunte, impegnando entrambi gli Enti a mettere in atto interventi di prevenzione primaria, che favoriscano una nuova cultura ambientale, un nuovo stile di vita anche a livello affettivo e relazionale. Questa finalità si attua anche attraverso la promozione della lettura, che agisce come sostegno alla genitorialità e al benessere sociale e culturale che ne consegue.

In quest'area geografica, l'attività di sensibilizzazione sulla importanza della lettura ad alta voce e la divulgazione degli obiettivi del progetto "Nati per Leggere", viene svolta dal personale dei Consultori del Distretto di Carbonia e dai Pediatri di libera scelta in collaborazione con il Sistema Bibliotecario, secondo strategie che vengono di volta in volta concordate.

Allo stato attuale, il Distretto Sanitario di Carbonia ha messo a disposizione i propri locali, presso i quali sono stati allestiti dei piccoli angoli di lettura fruibili in autonomia dagli utenti dei servizi, specificatamente sono stati allestiti i seguenti spazi :
 

- Consultorio Familiare Via Brigata Sassari, Carbonia;

- Ambulatorio Vaccinale del Dipartimento di Prevenzione Via Costituente, Carbonia;

- Sala d'aspetto del Poliambulatorio di Carbonia Piazza Matteotti;

- Consultorio e Poliambulatorio di S. Antioco;

- Consultorio e Poliambulatorio di Giba

- Neuropsichiatria Infantile Carbonia
 

Inoltre:
 

- Casa dell'Accoglienza "Don Sguotti" Carbonia

- Reparti di Pediatria e Chirurgia Pediatrica dei Presidi Ospedalieri

- Ambulatori dei Pediatri di libera scelta che hanno aderito all'iniziativa.

 

Presso tutti i siti suindicati, è possibile reperire libri e materiale promozionale sul progetto NPL Sardegna e NPL Nazionale, acquistati e messi a disposizione dal Sistema Bibliotecario del Sulcis.

Nel mese corrente si è rinnovato l'appuntamento annuale per la distribuzione capillare della guida Bibliografica NPL Sardegna, con l' edizione 2012 che presenta una importante novità: l'integrazione di NPL con libri scelti per la promozione di Nati per la musica. In occasione del rinnovo dei materiali promozionali viene operata, congiuntamente dalle rappresentanti di ASL e SBIS che si occupano della divulgazione e monitoraggio del Progetto, una ricognizione circa la fruizione degli spazi e il gradimento dell'utenza.

La guida NPL Sardegna 2012, viene divulgata e promossa anche presso le Biblioteche SBIS, mediante organizzazione di incontri con i genitori di bambini della fascia d'età 0 – 6 anni

Tra le azioni messe in atto congiuntamente da ASL e SBIS, allo stato attuale continuano gli incontri di sensibilizzazione alla lettura in famiglia, che si tengono nell'ambito dei Corsi di Accompagnamento alla Nascita, presso la biblioteca Comunale di Carbonia.

Nell'anno 2011 si è tenuto il Convegno "Leggere fa bene alla salute" evento formativo accreditato ECM dall' Assessorato alla Salute Regione Sardegna, che ha visto la partecipazione l'adesione di 90 iscritti appartenenti alle professioni sanitarie e ad altre professioni che a vario titolo si occupano della fascia d'età destinataria del Progetto.

La formazione costante è un obiettivo di primaria importanza ed è intendimento comune di entrambi gli Enti perseguirlo anche in futuro, attraverso la programmazione di interventi informativi e formativi congiunti.

In virtù del fatto che il progetto NPL non si esaurisce in un arco di tempo definito, sarà necessario fare azioni di monitoraggio e potenziamento degli interventi nel tempo, confermando e rafforzando gli apporti sinergici degli attori coinvolti.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Letto 2518 volte Ultima modifica il Giovedì, 29 Marzo 2012 12:53