Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.



Lo Statuto

IL COMUNE Di ____________________________ aderisce al Sistema Bibliotecario lnterurbano del Sulcis approvando il seguente Statuto.

Costituzione e Finalità

Art 1. 
Tra i Comuni del Sulcis, ricadenti nei comprensori n° 19 e n° 23, è costituita una libera e volontaria Associazione per la istituzione e il funzionamento del Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis.

Esso si pone liberamente a disposizione di tutti i cittadini per stimolare, mantenere vivi e sviluppare l'interesse e l'attiva partecipazione di tutti alla cultura. lì Sistema di Pubblica Lettura è dunque un servizio sociale primario. Obiettivi 

Art 2.
Il Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis si pone i seguenti obiettivi: 
a) promuovere lo sviluppo del Servizio Bibliotecario su tutto il territorio; 
b) migliorare e sostenere il Servizio Bibliotecario là dove esso esiste, con l' impiego di personale, tecnologie e mezzi adeguati; 
c) utilizzare nel modo migliore le risorse materiali ed umane esistenti, ai fini di offrire alla collettività, mediante lo strumento della cooperazione interbibliotecaria ed intercomunale un servizio più efficace e più efficiente; 
d) promuovere la cooperazione con tutte le strutture culturali e associative presenti sul territorio con particolare riferimento alle strutture scolastiche; 
e) salvaguardare e documentare il patrimonio culturale locale (storico, musicale, linguistico, etc.), anche attraverso la raccolta di documenti di vario genere, in collegamento con altre istituzioni realizzate a questo fine dagli EE.LL. a ciò interessati; 
f) istituire rapporti di scambio e cooperazione con altri Istituti Bibliotecari, anche mantenendo il collegamento tecnico con i Centri Regionali, Nazionali e Internazionali 

Art 3. 
Il Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis si propone di raggiungere gli obiettivi di cui all'art. 2 mediante: 
a) la cooperazione fra le strutture Bibliotecarie dei Comuni interessati; 
b) la collaborazione con il Sistema Bibliotecario della Provincia di Cagliari; 
c) il sostegno politico, culturale e finanziario dei Comuni interessati, della Provincia di Cagliari, delle Comunità Montane n° 19 e 22, e dei Comprensori n° 19 e 23; 
d) l'inserimento nel costruendo Servizio Bibliotecario Regionale da parte dell'Assessorato Regionale alla Pubblica Istruzione, Cultura, Informazione, Sport e Spettacolo, in stretto rapporto con l'Ufficio Regionale per i Beni Librari.

Art. 4. 
Al fine di realizzare gli obiettivi di cui all' art. 2 i Comuni aderenti al Sistema Bibliotecario del Sulcis intendono: 
a) promuovere la creazione di un catalogo collettivo delle Biblioteche via via aderenti, relativo a tutto il materiale disponibile; 
b) promuovere il coordinamento degli acquisti tra tutte le Biblioteche aderenti; 
c) realizzare la centralizzazione degli acquisti ed eventualmente, qualora si renda necessario, della catalogazione; 
d) realizzare un servizio di informazione e consulenza in collegamento con i competenti uffici Regionali, Nazionali ed Internazionali; 
e) rendere operativa la circolazione dei libri stampati ed audiovisivi tra le Biblioteche del Sistema; 
f) favorire i contatti di lavoro e l'aggiornamento tecnico tra gli operatori di Biblioteche; 
g) promuovere la predisposizione di attività culturali comuni, anche mediante la creazione di circuiti per diverse manifestazioni; 
h) promuovere la formazione di un Centro di raccolta della documentazione locale. Per l'attuazione dei punti di cui sopra, il Sistema provvederà a dotarsi anche di adeguate attrezzature per l'elaborazione automatica dei dati su indicazione dell'Ufficio Regionale dei Beni Librari ed in stretto rapporto con esso. 

Art. 5.
Al fine di coordinare i servizi del Sistema i Comuni aderenti costituiscono la Commissione di Gestione e la Commissione Tecnica. 

Art. 6.
La Commissione di Gestione del Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis: 
a) è composta dal Sindaco del Comune o da un suo delegato, per ogni Comune aderente, integrati da 3 Bibliotecari, eletti dalla Commissione Tecnica; 
b) dura in carica 4 anni; 
c) elegge al suo interno un Presidente che dura in carica 4 anni; 
d) si riunisce almeno 2 volte l'anno 

Art. 7.
La Commissione di Gestione del Sistema ha i seguenti compiti: 
a) tracciare gli indirizzi di sviluppo e i programmi di intervento del Sistema; 
b) dare precise indicazioni alla Giunta e al Consiglio Comunale di Carbonia sull'impiego dei fondi a disposizione del Sistema. Di ogni seduta la Commissione invia il verbale a tutti i Comuni aderenti 

Art 8.
La Commissione Tecnica del Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis: 
a) è composta da un Bibliotecario per ogni Biblioteca del Comune aderente; 
b) elegge al suo interno un Presidente che dura in carica____anni; 
c) si riunisce almeno ogni ______giorni. 

Art. 9.
La Commissione Tecnica del Sistema ha i seguenti compiti:
a) coordinare e gestire le attività tecniche del Sistema 
b) fare proposte alla Commissione di Gestione del Sistema in merito allo sviluppo e al migliore utilizzo dei servizi e all'aggiornamento professionale degli operatori; 
c) delegare alcuni dei suoi componenti allo svolgimento dei compiti di cui al punto a).

Sede


Art. 10. 
il Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis elegge come sua sede la Biblioteca Comunale di Carbonia.

Art. 11. 
Ogni Comune aderente al Sistema si impegna: 
a) a promuovere sul proprio territorio il Servizio Bibliotecario garantendo il funzionamento della Biblioteca Comunale; 
b) a costituire un fondo per il funzionamento del Sistema presso il Comune di Carbonia, entro il 31 marzo, versando ogni anno la quota che sarà stabilita annualmente dalla Commissione di Gestione entro il 31 gennaio, e che verrà adottata da ogni Comune aderente con apposito atto deliberativo della Giunta Municipale. 
c) a consentire che il patrimonio bibliografico della propria Biblioteca Comunale sia utilizzato nella circolazione interbibliotecaria; 
d) a disporre di proprio personale della biblioteca da impiegare nel normale orario di servizio presso la Biblioteca Comunale di Carbonia per svolgervi le attività inerenti al Sistema, di cui all'art. 4 e 8 secondo modalità e tempi da concordare; 
e) ad avere nella propria Biblioteca Comunale un'adeguata rete telefonica per il normale servizio e per il futuro collegamento automatizzato fra le biblioteche del Sistema. 

Art. 12.
il Comune di Carbonia si impegna inoltre: 
a) a spendere, mediante partita di giro, per il funzionamento del Sistema, su indicazioni della Commissione di Gestione dello stesso, la somma dei contributi annuì accreditatigli dai Comuni aderenti e a fornire ai medesimi, entro e non oltre il 31 Gennaio di ogni anno, il rendiconto analitico delle spese sostenute; 
b) a mettere a disposizione del Sistema la Biblioteca Comunale di Carbonia, che senza intralcio al normale servizio per la cittadinanza, dovrà svolgere le Funzioni di "Centro Servizi del Sistema"; 
c) di consentire di conseguenza, che siano utilizzati per i fini sopra esposti, i locali della suddetta Biblioteca, la corrente elettrica e il telefono; 
d) a spendere, mediante partita di giro, nell'esclusivo interesse del Sistema e su indicazione della Commissione di Gestione del Sistema, i fondi appositamente finalizzati che gli verranno accreditati da Enti Pubblici (Regione, Provincia, Comunità Montane, etc.) e privati per il funzionamento del Sistema e del Centro Servizi. Di tali fondi dovrà essere redatto un rendiconto analitico ai Comuni aderenti. E' fatta salva l'autonomia di gestione dei fondi finalizzati alla Biblioteca Comunale di Carbonia, così come degli altri Comuni aderenti. 

Art. 13.
Il Comune di Carbonia può utilizzare parte dei contributi annui erogati dai Comuni aderenti per coprire le spese correnti di gestione ordinarie della Biblioteca Comunale Centro Servizi in ragione del 50 % delle spese annue, con riferimento alle voci inerenti la corrente elettrica, le spese telefoniche e la pulizia dei locali. 

Art. 14. 
Il Comune di Carbonia si impegna a istituire un apposito fondo per le spese minute correnti da effettuarsi per il funzionamento dei servizi del Sistema e delle Commissioni dello stesso. 

Art. 15.
Le Biblioteche aderenti al Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis adegueranno i rispettivi regolamenti armonizzandoli alle finalità e alle disposizioni del presente Statuto. 

Art. 16.
Qualora l'Associazione dei Comuni lo ritenga opportuno il Comune di Carbonia, al fine di migliorare il funzionamento del Centro dei Servizi del Sistema, potrà stipulare apposite convenzioni con Cooperative o Società Giovanili che abbiano competenze e professionalità nel settore bibliotecario.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Letto 1019 volte Ultima modifica il Mercoledì, 07 Settembre 2011 11:58