Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.



“Menotrentuno”: fa tappa a Carbonia e Gonnesa la rassegna internazionale, biennale, di “giovane” fotografia

logo eventoSabato 22 ottobre, alle 10, nel Centro Culturale S’Olivariu di Gonnesa, e alle 18, presso la Biblioteca comunale di Carbonia, saranno inaugurate due mostre fotografiche nell’ambito della rassegna internazionale, biennale, di fotografia “Menotrentuno”.

“Menotrentuno”, che quest’anno giunge alla terza edizione, raccoglie in Sardegna, in 18 diversi spazi espositivi (tra cui Carbonia e Gonnesa), oltre 400 foto che immortalano, attraverso gli obiettivi di 25 fotografi europei (tutti nati entro il 1980, quindi sotto i 31 anni), scene di ordinaria “Giovane Violenza”. Non perché con “Giovane Violenza” si voglia mostrare il lato più crudo e ribelle delle giovani generazioni ma, al contrario, perché si vuole raccontare (anche) lo scoppio dell’entusiasmo e dell’energia, l’inseguimento dei sogni e la fatica per raggiungerli, la fede in un ideale e l’impegno quotidiano.

Un modello di gioventù molto diverso da quello proposto dai media e che si ribella all’immagine del “bamboccione” depresso in balia di una società gerontofila. Il progetto riparte alla ricerca di sguardi contemporanei che sappiano raccontare il mondo e costruire una realtà che veda i giovani protagonisti del loro tempo.

“Menotrentuno” è curata da Salvatore Ligios e Sonia Borsato ed è promossa dall’Associazione culturale Su Palatu_Fotografia, in collaborazione con il Centro Servizi Culturali di Carbonia Iglesias della Società Umanitaria, con il supporto del Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis, dell'Associazione Fabbrica Artigiana di Fotografia, delle Vigne Surrau, l’Accademiadi Belle Arti di Sassari, diverse Amministrazioni provinciali e comunali insieme ad associazioni cultura li e sponsor privati.

A Carbonia la mostra fotografica potrà essere visitata sino al 27 novembre, dal lunedì al venerdì, dalle 15.30 alle 18.30. Intitolata “Tott’umpare”, raccoglie gli scatti del fotografo inglese Andreas Laszlo Konrath. (Info ai numeri 0781 675074 / 0781 665181).

Le foto esposte a Gonnesa, invece, sono del fotografo portoghese João Pina. L’esposizione sarà visitabile tutti i giorni dalle 17 alle 20. (Informazioni al 3494425019).

 

Il Centro Servizi Culturali di Carbonia Iglesias della Società Umanitaria, a cornice di “Menotrentuno”, sul tema della “Giovane Violenza”, ha organizzato, nei Comuni di Carbonia e Gonnesa, la proiezione di 8 film “simbolo” del delicato tema, legati tra loro da un sottile filo semantico.

Ecco i titoli scelti per CARBONIA:

  • Mercoledì 09 novembre 2011, ore 20,30: I figli della violenza di Luis Bunel (Messico, 1958, 88’, b/n);
  • Domenica 13 novembre 2011, ore 20,30: La guerra dei bottoni di Yves Robert (1961); 
  • Mercoledì 16 novembre 2011, ore 20,30: City of God di Fernando Meirelles (Brasile, 2002, 130’); 
  • Domenica 20 novembre 2011, ore 20,30: Funny Games di Michael Haneke (111’ – GB, Usa, Fra, Ger, Ita 2008). 

 

Ed ecco quelli scelti per GONNESA:

  • Sabato 05 novembre 2011, ore 18,00: Il signore delle mosche (Lord of the flyies) di Peter Brook (1963); 
  • Sabato 12 novembre 2011, ore 18,00: Stand by me di Rob Reiner (Usa, 1986, 89’); 
  • Sabato 19 novembre 2011, ore 18,00: Ultrà di Ricky Tognazzi (Ita, 1991, 88’); 
  • Sabato 26 novembre 2011, ore 18,00: Elephant di Gus Van Sant (Usa, 2003, 81’).
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Letto 1773 volte Ultima modifica il Lunedì, 24 Ottobre 2011 10:03