Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.



Carbonia: Pensami al contrario

Locandina evento Locandina evento

Vi aspettiamo sabato 23 gennaio alle ore 16.30 presso la biblioteca Comunale di Carbonia in Viale Arsia per la presentazione del libro "Pensami al contrario": storie e testimonianze di DSA, a cura di Daniela Conti e Anna Paris. 

Al termine della presentazione seguirà il convegno: "Dislessia: quando imparare diventa difficile". 

Ingresso Gratuito

Pensami al contrario è una raccolta di testimonianze che hanno come filo conduttore i disturbi di apprendimento (DSA), ossia la dislessia, la disortografia, la disgrafia e la discalculia. Un libro-antologia, quindi, scritto da 64 autori: bambini e ragazzi coraggiosi che hanno avuto il coraggio di raccontare la propria esperienza, genitori che finalmente hanno aperto il loro cuore descrivendo fatiche e battaglie, insegnanti amorevoli e responsabili, educatori e psicologi che quotidianamente dedicano vita e professionalità a quel che viene chiamato “disturbo” ma in realtà è “caratteristica”.

I numerosi racconti si avvicendano trasportandoci in un mondo complesso e al contempo semplice. Storie che si assomigliano, da cui trarre insegnamento. Leggendo il libro, racconto dopo racconto, a noi sembra che le soluzioni stiano tutte lì, tra le parole. Facilissime perché hanno a che fare conla fantasia, la libertà, l’empatia, l’ascolto, l’osservazione e l’amore. Imparate quindi a “pensare al contrario” di quel che pensavate dei ragazzi DSA. artite da un vuoto, cancellate i preconcetti o le vostre convinzioni e leggete questo libro. Vi porterà lontano senza darvi soluzioni, solamente mostrandovi la strada da percorrere. parte degli autori ha deciso di donare il ricavato dei diritti a due associazioni: AID e Associazione Luce di Alghero.

Il libro nasce grazie a una pagina Facebook creata con lo scopo di raccogliere storie di vita DSA. I racconti pervenuti sono inediti e frutto della libera interpretazione di ciascun autore, che si assumela responsabilità di quanto narrato. Abbiamo cercato, nel necessario lavoro di editing, di rispettare tutti i testi rendendo fluida e ortograficamente corretta la scrittura.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Letto 607 volte Ultima modifica il Mercoledì, 20 Gennaio 2016 15:25